Cervello e midollo spinale compongono il sistema nervoso centrale. Il cervello, nei soggetti maturi, contiene l’incredibile numero di cento miliardi di neuroni, che sono cellule nervose, ed ancor più cellule che sono adibite a compiti di supporto, chiamate glia. Il cervello è composto da due emisferi (destro e sinistr) adiacenti e collegati direttamente con il midollo spinale, che ha forma tubolare e attraversa internamente la colonna vertebrale. Sia l’emisfero destro che quello sinistro sono ricoperti e protetti dalle meningi, note come pia madre e aracnoide, che sono delle membrane protettive che contengono il liquido cerebrale prodotto dallo stesso organo. D            a entrambi gli emisfero partono i nervi che attraversano il corpo.

Che cos’è il sistema nervoso centrale?

Il sistema nervoso centrale è formato dal cervello e dal midollo spinale.

Il cervello

Il cervello, contenuto nella scatola cranica, è formato da una parte più esterna contenente i corpi dei neuroni (la corteccia cerebrale o sostanza grigia) e una parte più interna in cui si trovano le fibre nervose formate dai loro prolungamenti che trasmettono informazioni al resto dell’organismo e quelle che ricevono informazioni dalle altre parti del corpo. All’esterno della corteccia tutte queste fibre sono circondate da mielina, il cui aspetto biancastro ha portato ad assegnare alla parte più interna del cervello il nome di sostanza bianca.

All’interno del cervello sono presenti diverse strutture, fra cui il talamo, l’epitalamo, l’ipotalamo, l’ipofisi (o ghiandola pituitaria) e i gangli della base, che includono l’amigdala, il nucleo caudato e il nucleo lenticolare (a sua volta formato da putamen e globo pallido). Nel loro insieme il caudato e il putamen formano il cosiddetto striato.

Alla base del cervello si trovano invece il cervelletto e il tronco encefalico. Quest’ultima parte si connette direttamente con il midollo spinale.

Il midollo spinale

Il midollo spinale ha forma tubolare e attraversa la colonna vertebrale nel suo interno ed è un prolungamento dell’organo cerebrale. La sua struttura è doppia, infatti nella parte centrale è essenzialmente formato dai neuroni, in quella esterna da materia bianca. Entrambe sono comunque di base neuronica, ovvero formate da neuroni circondati da mielina e prolungamenti avvolti in essa.

Sia dal cervello (in particolare, dal tronco encefalico) sia dal midollo spinale partono dei nervi che portano informazioni alle altre strutture del corpo. Inoltre entrambi gli organi sono circondati da membrane protettive che prendono il nome di meningi. La più esterna, detta dura madre, rappresenta un vero e proprio scudo protettivo. L’aracnoide e la pia madre delimitano invece uno spazio all’interno del quale scorre il liquido cerebrospinale, fluido che svolge a sua volta una funzione protettiva da eventuali traumi.

Qual è la funzione del sistema nervoso centrale?

Il sistema nervoso centrale è il luogo in cui le informazioni raccolte dal sistema nervoso periferico vengono rielaborate e da cui partono informazioni da distribuire attraverso lo stesso sistema nervoso periferico.

Il compito del cervello è quello di ricevere ed elaborare i segnali provenienti dal midollo spinale, provenienti dall’organismo, in modo da poterne regolare i movimenti, sensazioni, i pensieri ed anche la memoria. Gestisce le azioni volontarie ed involontarie. Una parte di azioni involontarie viene controllata dal midollo spinale senza necessitare l’intervento del cervello.

La materia grigia che forma la corteccia cerebrale è in grado di controllare i movimenti volontari, ma non solo. È anche la sede del linguaggio, dei sensi, del pensiero e della memoria. A seconda della funzione svolta diverse aree della corteccia prendono nomi diversi; per questo si distinguono una corteccia motoria, una corteccia somatosensoriale, una corteccia visiva e una corteccia uditiva.

Anche ognuna delle strutture presenti all’interno del cervello svolge funzioni peculiari. Il talamo, ad esempio, integra e trasmette le informazioni sensoriali e partecipa al controllo dei movimenti e della memoria. L’ipotalamo, invece, controlla funzioni autonome come l’appetito, la sete e la temperatura corporea e partecipa al processamento della memoria e delle emozioni. Inoltre secerne ormoni che controllano la produzione di altri ormoni nell’ipofisi. Questi ultimi controllano le numerose funzioni delle ghiandole endocrine, inclusi il metabolismo, l’equilibrio dei fluidi e dei minerali, la risposta allo stress e la sessualità. L’epitalamo sembra essere responsabile dell’olfatto, mentre nell’amigdala risiedono i comportamenti aggressivi.

Infine, il cervelletto controlla movimento ed equilibrio, ha un ruolo in alcuni tipi di memoria e influenza le capacità musicali e matematiche, mentre il tronco encefalico è una stazione attraverso cui transitano tutte le informazioni provenienti dal cervello e a esso dirette. Da questa struttura origina anche la maggior parte dei nervi che controllano le strutture del cranio e qui si trovano neuroni responsabili del controllo di funzioni fondamentali come il battito cardiaco e la respirazione.

Il midollo spinale, invece, è una sorta di autostrada lungo la quale scorrono sia le informazioni dirette al cervello, sia quelle inviate dal cervello al resto del corpo. A questa funzione si aggiunge il controllo dei riflessi muscolo-scheletrici semplici.