L’uretere è il canale dove l’urina scorre dai reni alla vescica. Questa struttura ha origine in entrambi i reni, ed ha consistenza muscolo-mucosa. Alcuni lo suddividono in parte addominale e parte pelvica.

Che cosa sono gli ureteri?

Gli ureteri sono i condotti che permettono il passaggio dell’urina dai reni alla vescica urinaria.

 

I due ureteri sono disposti ai lati della colonna vertebrale, verticalmente. Il loro diametro misura circa un centimetro, mentre la lunghezza è di circa 25-30 centimetri. Internamente sono rivestiti da una parete mucosa che entra in contatto con l’urina, a sua volta ricoperta da una tonaca muscolare che, contraendosi, provoca l’espulsione dell’urina nella vescica. Ogni uretere presenta nella sua estremità inferiore, nell’area di sbocco nella parete posteriore della vescica, una valvola che permette all’urina di riversarsi nella vescica ma che le impedisce il percorso inverso, evitando che rifluisca verso i reni.

Nonostante l’organismo umano sia “progettato” per avere un solo uretere per ciascun rene, la duplicità ureterale – ovvero la presenza di due ureteri per un solo rene – è una malformazione congenita che riguarda fino allo 0,8% della popolazione, e che il più delle volte non genera alcun problema di salute e non dà alcuna conseguenza a livello funzionale.

Tra le patologie che riguardano l’uretere ci sono quelle che interessano la parete ureterale (tra cui infiammazioni e malformazioni), oltre a calcolosi e neoplasie. Anche le patologie di organi vicini, come tumori o sclerosi, possono interessare l’uretere e provocare delle conseguenze sul suo stato di salute (ad esempio comprimendolo).

A cosa servono gli ureteri?

Il compito dell’ureteri è quello di permettere il flusso delle urine cariche di sostanze di scarto dai reni fino alla vescica, per essere poi espulsa tramite minzione.